Il paese dei gatti

Recensioni, segnalazioni, osservatorii, racconti, suggerimenti

#letture Il teatro di Sabbath, di Philip Roth

copHo letto questo romanzo tra il dicembre 2007 e il gennaio 2008, confrontandomi per la prima volta che la scrittura cruda e disperata di Roth che conduce il lettore dritto nell’autenticità dell’esistenza e del senso delle cose.
Sabbath è l’antitesi dell’uomo “libero”, prigioniero di così tante cose: del passato, della memoria, di se stesso. E’ circondato da fantasmi, che lo costringono a ricordare e lo cristallizzano nel passato. Sabbath incarna la natura del prigioniero. Ha la lucidità di riconoscere le trappole, le falsità e la propria condizione, la realtà senza filtri. Vede le sbarre, ma non ha il potere di uscire dalla propria prigione. Ha trovato pane per i suoi denti: la vita. Lui, il burattinaio, è il burattino. (pag. 174, edizione Einaudi).
Sabbath è molto intelligente, è capace di sovvertire e destabilizzare ogni convenzione sociale, ma lui stesso è poi intrappolato in un matrimonio infelice, incapace di dare sostanza alla propria personale convenzione sociale. E solo dopo la morte della moglie Drenka capisce che quella era la donna della sua vita, cadendo, ancora una volta, nell’ennesimo inevitabile cliché della vita. Sabbath è disperatamente prigioniero degli schemi che vuole combattere, proprio come il più banale dei burattini (pag. 99).
La sua forza si svela proprio nella capacità di vivere nella incoerenza, a differenza del suo primo indimenticato amore, Nikki, una ragazza conturbante, pronta a morire, pur di negare l’incoerenza del mondo: l’unica cosa davvero coerente (pag. 175 ). Solo lei è riuscita a sottrarsi al destino, a non essere un burattino: il personaggio più fragile e più potente del libro. In fin di vita, dopo la moglie Drenka, dopo la seconda moglie, lui continua a cercare lei fra la gente, la perduta Nikki. Le donne di Roth costituiscono il perno attorno a cui ruota tutto il romanzo, dando consistenza allo stesso protagonista Sabbath.
L’amico Norman, l’uomo medio, normale, ha un ruolo fondamentale per l’evoluzione della caduta nell’abisso infinito di Sabbath. A pag. 368, in replica al folle monologo di Sabbath, risponde con tranquilla e sicura semplicità:

in pratica io procedo in modo diverso: se il rischio mi raggiungerà comunque è inutile andarmelo a cercare… E’ la normalità che ci sfugge

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 30 maggio 2009 da in Libri, Pagine e incubi, Recensioni, Romanzi con tag , , , , .

Sbircia nell’archivio dal 2009 ad oggi

Cerca i post pubblicati per data

maggio: 2009
L M M G V S D
« Gen   Giu »
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

Statistiche del Blog

  • 8,660 visite

Through the looking glass

"..and Alice began to remember that she was a Pawn, and that it would soon be time for her to move".

Seguimi su Twitter

Seguimi su Instagram

È #domenica. Tempo di buone #letture con #Matticchio #SignorAhi! "Perché quando finiscono i sogni, cominciano i guai". #Rizzoli #Lizard #matticchiate #libri #books #lettori #pagine 👁 #nofilter #domenicasera #sunset in #Rome  #nowhere is like #home #pace 🌆 Presto sul #blog Lo avete già letto? #Bitglobal #avvocati #economia #lettori #pagine #libri #books #instabooks #nuovo #post Quando #Yourcenar incontra #Piranesi e la #mostra a #Roma #PalazzoBraschi #arte #pagine #libri #lettori  #utopia #carceri d' #invenzione #incubi #nightmare Link in bio La #Roma che ossessiona #libri #books #pagine #nuoveletture #Piranesi raccontato da Marguerite #Yourcenar #Paginedarte #arte #obsession #carcere #Gipi La #terra dei figli. Un #libro bellissimo tra i più recenti graphic novel #pagine #lettori #books #instabooks
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: