Il paese dei gatti

Il mondo visto da Tor Pignatta

#letture Una cosa divertente che non farò mai più, di David Foster Wallace

una-cosa-divertente-che-non-faro-mai-piuE’ vero, è un raccontino divertente. E una cosa divertente che io non farò più è leggere questo libro da sola in pubblico, per esempio accoccolata sul divanetto di un traghetto, perché se si incappa nel paragrafo del te pomeridiano è inevitabile scoppiare a ridere da sola, nella preoccupata perplessità dei vicini. Leggete Wallace tra le mura di casa.
E’ un raccontino molto divertente, ma di una certa ironia disperata. Lo rivela lui stesso, quando chiarisce il reale significato della parola disperazione e le cause in relazione alle distorsioni della società moderna. Ed proprio come dice lui, certe manifestazioni della società moderna provocano in noi non sdegno, non disinteresse o semplice intolleranza, ma vera e propria disperazione. La stessa visione di svago e divertimento nella cultura americana, che si connettono così strettamente con l’idea di ‘viziare’, nell’equivoco significato di queste termine, to pamper, coccolare ma anche corrompere, rende l’opera davvero geniale. Scritta a 33 anni, pare incredibile.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

Sbircia nell’archivio dal 2009 ad oggi

Cerca i post pubblicati per data

gennaio: 2010
L M M G V S D
« Dic   Feb »
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

Statistiche del Blog

  • 10,404 visite

Leggi gli articoli e le pagine più cliccati

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: