Il paese dei gatti

Recensioni, segnalazioni, osservatorii, racconti, suggerimenti

Film rosso, di Krzysztof Kieślowski

In una tranquilla, ordinata e invernale Ginevra, l’incontro di una ragazza e un giudice in pensione è l’occasione per il regista di dimostrare, ancora, la potenza del destino e dei suoi segni, spessi incodificabili sino a quando il destino stesso si rivela.
Con uno sguardo sempre, curioso e prudente, alle tecnologie che dominano la nostra vita di uomini “moderni”, in questo caso il telefono e la possibilità di intercettare e ascoltare le conversazioni altrui, uscito il 27 maggio 1994, il film si dedica magistralmente alla rappresentazione della complessità dei rapporti umani. Raccomando in lingua originale con sottotitoli.
https://youtu.be/Otr49DDUzbM
Tutti i film del regista polacco sono ispirati a pura poesia e dedicati totalmente alla forza e al ruolo del destino nelle nostre vite. La protagonista è una ragazza, interpretata dalla musa cinematografica del regista, la bellissima Iréne Jacob, che nel film incontra un uomo, anziano, è un giudice in pensione. Un giudice, diventato vittima del suo stesso ruolo, è invalido, trascorre tutto il tempo nella propria abitazione dotato di un apparecchio di rilevazione delle conversazioni telefoniche dei vicini, ascolta tutto ciò che accade e giudica, giudica senza speranza, senza più fiducia nell’umanità. La ragazza e il giudice avranno molto da dirsi ed entrambi cresceranno e impareranno ancora tanto, dalla vita, che dimostra di non esaurirsi mai. È una storia molto commovente, ma in particolare vi invito a rivedere questa scena bellissima, dove la protagonista si ribella al cinismo patologico del giudice e dice: la gente non è cattiva, non è vero. Forse qualche volta non avrà la forza ma…
 quello che vuole dire è che la persona può portare sempre una novità, è sempre possibile rinnovarsi, migliorare. La storia non si ferma, la fiducia nel prossimo è fondamentale. Vedetelo, è un film importante.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 9 febbraio 2011 da in Cinema, Il giurista dentro il libro, Recensioni con tag , , , .

Sbircia nell’archivio dal 2009 ad oggi

Cerca i post pubblicati per data

febbraio: 2011
L M M G V S D
« Gen   Mar »
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28  

Statistiche del Blog

  • 8,117 visite

Through the looking glass

"..and Alice began to remember that she was a Pawn, and that it would soon be time for her to move".

Seguimi su Twitter

Seguimi su Instagram

#Dedicato a tutti i condòmini e agli azionisti societari... #buonanotte da #TorPignatta autonoma e ribelle #poledance #polesport #Rome #workout 💪🏻💪🏻💪🏻💪🏻💪🏻🤸‍♂️🤸‍♀️ #madeinitaly #Rome #ladolcevita #summer #relax #instacat #gatti #summer #lungotevere #opera #lirica #Roma #summer17 Urban #sunset #Roma #summer
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: