Il paese dei gatti

Recensioni, segnalazioni, osservatorii, racconti, suggerimenti

#AvvocatiNellaLetteratura L’amore distopico ai tempi del 1984 di George Orwell

Proseguiamo la riflessione di stampo letterario, ma anche un po’ antropologico, della famiglia e del matrimonio, attraverso la rilettura dei grandi classici che hanno descritto le più terribili società distopiche della fantascienza moderna, tutte accomunate dal divieto di mantenere delle relazioni affettive stabili. Oggi propongo la lettura (o forse, più verosimilmente, la rilettura) di quel vero e proprio incubo che è il mondo in 1984, scritto da George Orwell, scrittore e giornalista britannico, nel 1948. Nel romanzo ai cittadini non è consentito spegnere i dispositivi televisivi installati in ogni ambiente, che non solo trasmettono la propaganda, ma osservano ogni cosa. E’ vietato riunirsi, discutere, fare resistenza; ma è anche vietato innamorarsi, frequentarsi, costruire l’antica alleanza tra uomo e donna, l’arma più potente, e quindi più temuta, per la libertà della persona. Ed è questo che l’occhio sempre attento del Grande Fratello vuole evitare, che l’uomo sia libero; cioè che l’uomo sia, in ultima istanza, felice.

I protagonisti del romanzo violano ogni divieto: si notano, si conoscono, si danno appuntamento in un boschetto che sembra isolato, poi in una polverosa soffitta, e si innamorano profondamente. Una tale condotta non può essere tollerata dalla dittatura del Grande Fratello, che li arresta e li imprigiona, sottoponendoli a inaudite torture, psicologiche prima ancora che fisiche. Buona parte della storia è dedicata alla analitica descrizione delle tecniche di tortura più raffinate, ma anche brutali, per piegare la volontà umana. E la finalità ultima della tortura non è ottenere informazioni, perché il sistema già sa tutto, né uccidere le proprie vittime. La tortura deve spingere la vittima a consegnare spontaneamente ciò che ha di più caro, che costituisce la propria stessa essenza, di barattarla con la propria sopravvivenza, nella fiera vittoria di un cieco senso egoistico di autodifesa. L’individuo per l’individuo, l’annientamento dell’altro: la tortura termina quando il protagonista implorerà di salvare se stesso e sacrificare la propria amata.

Oggi non siamo sottoposti ad un attacco tanto violento, almeno non nella nostra società occidentale. Ma vien da domandarsi se comunque ci viene chiesto di consegnare qualcosa di essenziale per noi, sotto la superficiale bandiera di un troppo generico senso del progresso.

1984

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Sbircia nell’archivio dal 2009 ad oggi

Cerca i post pubblicati per data

aprile: 2016
L M M G V S D
« Mar   Mag »
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930  

Statistiche del Blog

  • 8,681 visite

Through the looking glass

"..and Alice began to remember that she was a Pawn, and that it would soon be time for her to move".

Seguimi su Twitter

Seguimi su Instagram

Certe notti #nofilter #Roma #nights #autumn Dolce #autunno 🍂🍁🍂🍁#food #instafood #goodfood È #domenica. Tempo di buone #letture con #Matticchio #SignorAhi! "Perché quando finiscono i sogni, cominciano i guai". #Rizzoli #Lizard #matticchiate #libri #books #lettori #pagine 👁 #nofilter #domenicasera #sunset in #Rome  #nowhere is like #home #pace 🌆 Presto sul #blog Lo avete già letto? #Bitglobal #avvocati #economia #lettori #pagine #libri #books #instabooks #nuovo #post Quando #Yourcenar incontra #Piranesi e la #mostra a #Roma #PalazzoBraschi #arte #pagine #libri #lettori  #utopia #carceri d' #invenzione #incubi #nightmare Link in bio
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: