Il paese dei gatti

Recensioni, segnalazioni, osservatorii, racconti, suggerimenti

#AvvocatiNellaLetteratura Il sistema tributario ne La strana biblioteca di Haruki Murakami

Sappiamo tutti quanto siano pericolose e insidiose le tasse e i sistemi tributari: sia da studiare come giuristi, sia da applicare come cittadini. Ma è Murakami che con il racconto La strana biblioteca ci svela quanto davvero inquietante può rivelarsi questa materia. Nello stile visionario e onirico che caratterizza lo scrittore giapponese, la versione originaria giapponese di questo racconto è stata scritta nel 1982, da cui è stata tratta quella odierna, rivista e modificata in lingua inglese nel 2005, per approdare nelle nostre librerie italiane con Einaudi lo scorso settembre 2015. I romanzi di Murakami propongono sempre, variamente rivisitati, i temi più cari allo scrittore: la solitudine dei protagonisti, i tempi lenti e fluidi che scandiscono la loro vita, in contrapposizione ai ritmi frenetici della società moderna, da cui in qualche modo si allontanano inesorabilmente; in particolare, nei romanzi di Murakami la realtà subisce sempre una sorta di distorsione, dapprima impercettibile, poi radicale sino ad assumere i toni della irrealtà, dove il mondo delle ombre, o comunque ciò che rimaneva fino a quel momento nel sottosuolo della città o della psiche, prende il sopravvento e si impone come un destino inevitabile. Questa distorsione della realtà di solito è innescata da accadimenti apparentemente banali e senza significato, quasi casuali, ma comunque insoliti a modo loro. In La strana biblioteca, il bambino protagonista affronterà una inquietante avventura dopo aver ordinato il prestito alla biblioteca pubblica di un manuale inconsueto: La riscossione delle imposte nell’Impero ottomano. Il libro gli sarà consegnato, ma in una cella dei sottorranei della biblioteca, dove il bambino viene rinchiuso affinché possa imparare a memoria ogni parola del libro, rendendo il suo cervello morbido e genuino per il palato del perfido bibliotecario che progetta di divorarlo. Vi lascio scoprire il resto della trama, ma intanto state attenti a tutti i sistemi di riscossione delle imposte!

Lorenzo Ceccotti

Lorenzo Ceccotti

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Sbircia nell’archivio dal 2009 ad oggi

Cerca i post pubblicati per data

maggio: 2016
L M M G V S D
« Apr   Giu »
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  

Statistiche del Blog

  • 8,638 visite

Through the looking glass

"..and Alice began to remember that she was a Pawn, and that it would soon be time for her to move".

Seguimi su Twitter

Seguimi su Instagram

#nofilter #domenicasera #sunset in #Rome  #nowhere is like #home #pace 🌆 Presto sul #blog Lo avete già letto? #Bitglobal #avvocati #economia #lettori #pagine #libri #books #instabooks #nuovo #post Quando #Yourcenar incontra #Piranesi e la #mostra a #Roma #PalazzoBraschi #arte #pagine #libri #lettori  #utopia #carceri d' #invenzione #incubi #nightmare Link in bio La #Roma che ossessiona #libri #books #pagine #nuoveletture #Piranesi raccontato da Marguerite #Yourcenar #Paginedarte #arte #obsession #carcere #Gipi La #terra dei figli. Un #libro bellissimo tra i più recenti graphic novel #pagine #lettori #books #instabooks #AI #artificialintelligence #Geb #Hofstadter #congiuntv 🦀🐢🤖📺 Nessun insensato congiuntivo please! #books #libri #pagine #instabooks #lettori
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: